Scuola primaria

IL PERCORSO DIDATTICO
La SCUOLA PRIMARIA ricopre un arco di tempo fondamentale per l’apprendimento e lo sviluppo dell’identità di bambine e bambini, durante il quale si pongono le basi e si acquisiscono gradualmente le competenze indispensabili per continuare ad apprendere lungo l’intero arco della vita.
La finalità della SCUOLA PRIMARIA SAN PIETRO è l’acquisizione delle conoscenze e delle abilità fondamentali per sviluppare le competenze culturali di base nella prospettiva del pieno sviluppo della persona.
Fin dai primi anni la scuola promuove un percorso di attività nel quale ogni alunno possa assumere un ruolo attivo nel proprio apprendimento, sviluppare al meglio le inclinazioni, esprimere le curiosità, riconoscere ed intervenire sulle difficoltà, assumere sempre maggiore consapevolezza di sé, avviarsi a costruire un proprio progetto di vita.
Così la SCUOLA PRIMARIA SAN PIETRO vuole svolgere un fondamentale ruolo educativo e di orientamento, fornendo a bambine e bambini le occasioni per acquisire consapevolezza delle sue potenzialità e risorse, per progettare la realizzazione di esperienze significative e verificare gli esiti conseguiti in relazione alle attese.
La SCUOLA PRIMARIA SAN PIETRO offre l’opportunità di sviluppare le dimensioni cognitive, emotive, affettive, sociali, corporee, etiche e religiose, e di acquisire i saperi irrinunciabili. Si pone come scuola formativa che, attraverso gli alfabeti caratteristici di ciascuna disciplina, permette di esercitare differenti stili cognitivi, ponendo così le premesse per lo sviluppo del pensiero riflessivo e critico. Per questa via si formano cittadini consapevoli e responsabili a tutti i livelli, da quello locale a quello europeo.
La padronanza degli strumenti culturali di base è ancor più importante per bambini che vivono in situazioni di svantaggio: più solide saranno le capacità acquisite nella SCUOLA PRIMARIA , maggiori saranno le probabilità di inclusione sociale e culturale attraverso il sistema dell’istruzione.
La SCUOLA PRIMARIA SAN PIETRO si costituisce come un contesto idoneo a promuovere apprendimenti significativi e a garantire il successo formativo per tutti gli alunni.
La SCUOLA PRIMARIA SAN PIETRO si fonda sulla centralità della persona, valorizzandone le esperienze e le conoscenze e attuando interventi personalizzati nei riguardi delle diversità di tutti e di ognuno, esaltando l’unicità di ogni bambina e ogni bambino.
La SCUOLA PRIMARIA SAN PIETRO basa il suo approccio educativo sull’apprendimento cooperativo che consente l’esperienza positiva della relazionalità e delle dinamiche di classe.
La SCUOLA PRIMARIA SAN PIETRO promuove la consapevolezza del proprio modo di apprendere, al fine di “imparare ad apprendere”, favorendo uno stile di ricerca, di esplorazione e di scoperta, anche e soprattutto delle proprie potenzialità e delle proprie inclinazioni, considerando ogni bambina e ogni bambino come una persona a più dimensioni, cognitive, fisiche, emozionali, espressive.
La SCUOLA PRIMARIA SAN PIETRO si pone come obiettivo quello di rendere serena e piacevole la vita scolastica, creando un ambiente disteso ed accogliente dove sia possibile prevenire ogni forma di disagio e promuovere il benessere di tutti e di ciascuno.
La SCUOLA PRIMARIA SAN PIETRO si propone come scuole di valori, in particolare la condivisione, il perdono, l’attenzione nei confronti degli altri, l’amore per coloro che sono “il prossimo”, l’accoglienza, la gratuità, la solidarietà, la tensione per la pace. Valori evangelici che caratterizzano prima di tutto la prassi quotidiana di coloro che nella scuola operano.
ORARIO SCOLASTICO
Si comunica che l’orario scolastico (delibera del Consiglio d’Istituto del 20 giugno 2018) per l’anno 2018/19 sarà il seguente:
8.05/8.15 entrata
8.15/10.15 lezioni
10.15/10.30 intervallo
10.30/12.30 lezioni
12.30/13.15 mensa
13.15/14.00 ricreazione
14.00/16.00 lezioni
IL PERCORSO INGLESE VEICOLARE

Dall’Anno Scolastico 2015/2016 la SCUOLA PRIMARIA SAN PIETRO attua a partire dalla prima classe il percorso di inglese veicolare, un progetto che prevede l’utilizzo della lingua inglese come tramite, come strumento nell’apprendimento di alcune materie curricolari. In concreto alle ore curricolari di inglese, si aggiungono tre ore settimanali in inglese così suddivise: l’insegnamento di arte e immagine (Art work), di scienze (Natural sciences), di geografia e storia (Geohistory).

DISCIPLINE ORE SETTIMANALI BIENNIO ORE SETTIMANALI TRIENNIO
Italiano 7 5
Matematica 6 5
Storia e Geografia 2 3
Cittadinanza e Costituzione Trasversale
Geohistory (inglese) 1 1
Scienze 1 1
Natural sciences (inglese) 1 1
Tecnologia e Informatica 1 2
Arte e Immagine 1 1
Art work (inglese) 1 1
Religione Cattolica 2 2
Educazione Fisica 2 2
Musica 1 1
Lingua Straniera (inglese) 2 3
Laboratorio espressivo 2 2
Ore settimanali totali 30 30

Il PERCORSO VEICOLARE è un progetto che prevede l’utilizzo della lingua inglese come tramite, mezzo, strumento, nell’apprendimento di alcune materie curricolari.
Per uno studente “veicolare”, parlare, scrivere e soprattutto pensare in inglese diventa una abilità esercitata e sviluppata costantemente nei diversi ambiti della sua formazione.
Tradizionalmente l’insegnamento di una lingua straniera prevede alcune ore in cui l’insegnante di lingua straniera (inglese) propone un programma che prevede, fra gli altri, insegnamento dei vocaboli, regole grammaticali e sintattiche, cultura linguistica.
Il PERCORSO VEICOLARE introduce fin dalla prima classe della scuola primaria l’insegnamento della lingua inglese come strumento vivo ed efficace nella comunicazione: diventa, appunto, “veicolo” comunicativo.
È il metodo “learning by doing”: acquisendo le strutture linguiste di una lingua se ne apprendono anche i concetti e si costruisce così la conoscenza e le abilità personali.
In concreto, alle ore curricolari di inglese, vengono aggiunte tre ore settimanali in inglese così suddivise: l’insegnamento di arte e immagine (Art work), di scienze (Natural sciences), di geografia e storia (Geohistory).
Il percorso si completa con due ore laboratoriali svolte il mercoledì pomeriggio: oltre all’ormai tradizionale proposta del musical in lingua originale per le classi quinte, è proposta un’attività simile per le altre classi. Si tratta di una serie di semplici sketches, sempre in lingua inglese.
Inoltre, siccome materia di Natural Sciences sarà altresì l’alimentazione, anche il quotidiano recarsi in mensa sarà esperito in lingua inglese.
La logica con cui si affronta la seconda lingua alla Scuola San Pietro resta sempre quella di dare la massima importanza alla comprensione e alla conversazione, prima di tutto; così anche il momento del pranzo avrà il linguaggio della cafeteria, dello snack bar, del restaurant dei paesi anglofoni.

I PROGETTI

Ogni anno vengono realizzati progetti inerenti il tema generale dell’Anno Scolastico e uscite didattiche e visite d’istruzione sempre coerenti con lo “sfondo integratore” che lega tutto il percorso didattico dell’anno. Inoltre vengono realizzati alcuni specifici progetti, durante i laboratori espressivi quali:

LABORATORIO DI CUCINA

Attraverso il laboratorio di cucina i nostri piccoli chef scoprono tanti sapori ed odori nuovi attraverso l’utilizzo di alimenti che accrescono la loro creatività e manualità. Ai bambini piace mettere ‘le mani in pasta’: basta un po’ di farina e un goccio d’acqua e l’impasto diventa ben presto una chiocciola, un serpente o qualunque altra cosa suggerisca loro la fantasia. Dai dolci alla pasta, dalle verdure alla frutta un eterno gioco che permette loro di imparare a mangiar bene giocando.

ENGLISH SKETCHES

Attraverso brevi e divertenti sketches in lingua, bambine e bambini vengono stimolati a sviluppare competenze di comprensione e conversazione in inglese, migliorando la pronuncia in un contesto ludico. Nel creare entusiasmo per una sit-com teatrale bambine e bambini vengono motivati ad esprimersi e a comunicare in lingua inglese. Il laboratorio può intendersi come preliminare del Musical in lingua originale tradizionalmente preparato dalla classi quinte e si inserisce nel progetto di allargamento dell’insegnamento della lingua inglese proposto dalla scuola a partire dal corrente Anno Scolastico.

LABORATORIO TEATRALE

La proposta di un laboratorio teatrale nasce dalla consapevolezza maturata in questi anni della validità educativa di un percorso in cui il bambino possa sperimentare un lavoro di conoscenza di se stesso attraverso la ricerca delle capacità espressive del suo corpo, della sua voce e del suo movimento. Il laboratorio si articola due fasi:

  • il lavoro di propedeutica teatrale, che si propone di far sperimentare ai bambini esercizi teatrali che riguardano il rapporto con lo spazio, la conoscenza della propria corporeità, l’ascolto, la fiducia, l’utilizzo della parola e di differenti canali di comunicazione, il ritmo, la gestualità.
  • la costruzione di un evento teatrale da realizzare a fine anno che metta in gioco la sensibilità, l’affettività e il linguaggio del corpo, la spinta a lavorare insieme e usare tutte le proprie capacità e competenze per concentrarsi insieme verso un obiettivo comune e stimolante.

IL GIARDINO DEI GIOCHI DIMENTICATI

E’ un laboratorio incentrato sulla manualità e la libertà espressiva di bambine e bambini. E’ una piccola falegnameria dove poter creare oggetti con l’aiuto della fantasia o ricreare con materiali di riciclo vecchi giochi dimenticati nel tempo.

LABORATORIO INGLESE DI MUSICAL

Iniziato durante l’Anno Scolastico 2009/2010 con la messa in scena del musical “Cats”, è proseguito nei successivi Anni Scolastici con lo studio e la realizzazione di “Fame – Saranno famosi”, “Grease”, “Il mago di Oz”, “West Side Story”, “Mary Poppins”. Oltre che chiamare i bambini a diverse prestazioni che vanno dalla recitazione, al canto, alla danza, alla presenza scenica, fondamentale è l’approfondimento e l’interiorizzazione della lingua inglese attraverso una tipologia di spettacolo coinvolgente e accattivante.

Durante i precedenti Anni Scolastici sono stati proposti e realizzati anche:

LABORATORIO DI LETTURA ANIMATA

LABORATORIO DI GIORNALISMO

LABORATORIO DI CINEMA

LABORATORIO DELLE EMOZIONI

LABORATORIO DI FOTOGRAFIA

LABORATORIO A LEZION DEL MONDO ANIMALE

LABORATORIO DI BURATTINI

I SERVIZI

Prescuola (tutti i giorni dalle ore 07.30)

Il pre-scuola si configura come momento di accoglienza e di intrattenimento del bambino prima dell’inizio delle lezioni. Rappresenta il primo momento d’incontro tra l’alunno e la scuola e consente pertanto di stabilire una relazione di fiducia e di dialogo tra le due parti. Essendo il momento del distacco dai genitori viene data particolare attenzione alla creazione e al mantenimento di un clima sereno, giocoso e collaborativo. Le attività proposte favoriscono un inserimento nel contesto scuola graduale e piacevole. Si alternano in tal modo momenti di attività libere, lettura animata, attività espressive, attività ludiche di tipo creativo.

Postscuola (tutti i giorni fino alle 17.30)

Il post-scuola, svolgendosi alla fine delle lezioni, rappresenta invece il momento in cui scaricare le tensioni accumulate durante la giornata a scuola. Dopo il consueto momento della merenda, vengono favorite attività prevalentemente motorie, svolte negli spazi interni della scuola e soprattutto negli spazi esterni quando le condizioni meteorologiche lo consentono.
A momenti di gioco strutturato, individuale e/o collettivo (compresi i giochi di società), quali giochi di movimento, giochi di conoscenza, giochi di esplorazione ambientale e giochi espressivi-musicali, si alternano momenti di gioco libero e spontaneo e laboratori creativi, quali il laboratorio espressivo-artistico e le attività di manipolazione-grafica.

Assistenza mensa e postmensa

Il Collegio delle insegnanti della scuola ha deliberato negli anni scorsi di prendere in carico non solo le ore dedicate all’attività didattica, ma anche tutti quei momenti non didattici che si succedono nel corso della giornata scolastica: gli intervalli, il momento del pranzo e le attività del postmensa. Queste ultime, in particolare, hanno come finalità primaria quella di creare uno spazio semi-strutturato che mira alla promozione di processi di socializzazione e di interazione.
Per spazio semi-strutturato si intende la creazione di un momento che permetta ai bambini da un lato di attenuare la concentrazione e l’attenzione dedicate alle ore di classe, dall’altro di essere guidato nella scelta di proposte ludico-creative.
Vengono attivati i Lunchtime Clubs, sul modello delle Primary School inglesi. Uno spazio post pranzo con la proposta di una gamma di attività che, per l’Anno Scolastico 2015/2016 sono: Arte e Cera, Sassi a Puntini, Di Evento in Evento, Giochi Immortali, Ugole d’Oro, Up&Down . Attraverso queste diverse attività si vuole offrire l’opportunità di imparare nuove abilità, sviluppando interessi o coltivando i propri talenti; di socializzare con altri bambini che condividono lo stesso interesse, sviluppando, così, l’attitudine a lavorare in team.

Lo sportello di counselling scolastico

Attivo dal 2008 ha come finalità la promozione del benessere psicologico di bambine e bambini prevenendo e affrontando le situazioni di disagio e favorendo il miglioramento delle relazioni all’interno della famiglia e della scuola. Gli obiettivi generali del progetto sono quelli di sostenere gli insegnanti nella relazione educativa che intraprendono sia con il singolo studente sia con il gruppo classe, mettere in grado i genitori di affrontare i problemi relazionali e offrire ai bambini che ne hanno bisogno un luogo accogliente dove incontrare competenze per la definizione di micro-progetti individuali. In particolare lo sportello di counselling in cui opera un professionista, si prefigge di agevolare i processi comunicativi, facendo uso di tutti gli strumenti necessari nell’ambito pedagogico e psicologico, di far crescere la motivazione scolastica, di sviluppare la competenza emotiva negli alunni, nei docenti, nei genitori, di offrire sostegno a docenti, alunni e famiglie laddove vengano a crearsi situazioni di difficoltà e di disagio, di facilitare l’alleanza tra genitori e insegnanti, confrontando le rispettive rappresentazioni dei figli/alunni, in funzione di una facilitazione dell’intervento educativo.

Scuola estiva (giugno)

A partire da un tema che caratterizza il periodo di svolgimento della proposta, si attuano attività ludiche, espressive, motorie, musicali attraverso giochi e laboratori e per continuare ad apprendere, imparare, imparare a stare insieme agli altri e a lavorare con loro in un clima divertente e rilassante.

Sport week (luglio)

Una settimana solo di sport, soprattutto quelli meno conosciuti e quelli meno praticati (baseball, atletica, karate, cricket, pallamano, rugby, per esempio, oltre al basket, il volley, il calcio), sotto la guida di esperti coach.

English Summer Camp (luglio)

Due settimane in cui si parla solo inglese con la guida di teachers madrelingua preparati e selezionati che seguono gruppi ristretti per tutto l’arco della giornata alternando attività ricreative, sportive e didattiche.
L’esperienza del viaggio all’estero ”senza valigia”, attraverso un metodo coinvolgente e divertente: giochi, teatro, gare, canzoni, sport, attività ricreative. Si impara la lingua senza studio né compiti, con un programma giornaliero, dettagliato e mirato, che concilia in modo equilibrato le varie attività proposte tutte in lingua inglese.

Scuola estiva residenziale (luglio)

In un contesto privilegiato montano o lacustre, è possibile sperimentare le conoscenze apprese durante l’anno scolastico e vivere in modo particolare l’espressione di alcuni valori quali l’autonomia, lo spirito di gruppo, la collaborazione, l’attenzione all’altro. La proposta è progettata ed attuata dalle insegnanti della scuola.
La proposta educativa in ambiente non scolastico insegna che il cammino o la navigazione possono essere difficili, a volte tortuosi, ma sempre entusiasmante e pieno di insospettate meraviglie.

Extrascuola

Dalle 16,30 alle 17,30 in diversi giorni della settimana, vengono proposti corsi di sport vari. Rivolti in particolare ai frequentanti la scuola sono però aperti a tutto il territorio.

GLI INSEGNANTI
Insegnanti di classe
Claudia Corbetta I A
Anna Moscatelli I B
Laura Baio II A
Federica Meni II B
Patrizia Focarazzo III A
Petra Busnelli III B
Alessandra Mogicato IV A
Michela Pezzotta V A
Insegnanti specialisti
Tiziana Ingrosso inglese
Giulia Ventura Inglese veicolare
Barbara Sala motoria
Daniele Mottadelli musica
Giselle Colombo religione
Insegnanti di sostegno
Vittorio Angeletti
Corinne Carpinteri
Grazia Daloiso
Paolo Brivio