Scuola dell’infanzia

IL PERCORSO DIDATTICO

Il percorso didattico attuato nella Scuola dell’Infanzia si ispira all’esperienza pedagogica “Reggio Emilia Approach”, riconosciuta come una delle migliori al mondo. Tale metodo educativo mira a valorizzare le potenzialità di ogni bambino visto come costruttore attivo delle proprie conoscenze all’interno di un vasto contesto relazionale rappresentato dagli adulti, dagli altri bambini, dall’ambiente, dagli oggetti con cui il bambino entra in relazione.

I principali principi su cui si basa il progetto educativo sono:

  • i bambini e le bambine sono attivi protagonisti dei processi di crescita;
  • i bambini posseggono cento linguaggi, cento modi di pensare, di esprimersi, di capire, di incontrare l’altro attraverso un pensiero che intreccia e non separa le dimensioni dell’esperienza. I cento linguaggi sono metafora delle straordinarie potenzialità dei bambini, dei processi conoscitivi e creativi, delle molteplici forme con cui la vita si manifesta e la conoscenza viene costruita;
  • la partecipazione è il valore e la strategia che qualifica il modo dei bambini di essere parte del progetto educativo; è la strategia educativa che viene costruita e vissuta nell’incontro e nella relazione giorno dopo giorno;
  • l’atteggiamento attivo di ascolto tra adulti, bambini e ambiente è premessa e contesto di ogni rapporto educativo. L’ascolto è un processo permanente che alimenta riflessione, accoglienza e apertura verso di sé e verso l’altro; è condizione indispensabile al dialogo e al cambiamento;
  • ogni bambino è costruttore attivo di saperi, competenze ed autonomie, attraverso originali processi di apprendimento che prendono forma con modalità e tempi unici e soggettivi nella relazione con i coetanei, gli adulti e gli ambienti;
  • la ricerca rappresenta una delle essenziali dimensioni di vita dei bambini, una tensione conoscitiva che va riconosciuta e valorizzata.
LA GIORNATA
ORE PROGRAMMA
9.00/ 9.30 Accoglienza
9.45 Attività didattiche in sezione o progetti
11.00 Riordino, igiene, preparazione al pranzo
11.30 Pranzo
12.15 Pausa ricreativa
12.45 Riposo per i Cuccioli
14.00 Attività didattiche in sezione
15.45/16.00 Uscita

 

FINALITÀ GENERALI FINALITÀ SPECIFICHE
Promuovere lo sviluppo dell’ Identità
  • Imparare a star bene
  • Sentirsi sicuri nell’affrontare nuove esperienze in un ambiente sociale allargato
  • Conoscersi e sentirsi riconosciuti come persona unica e irripetibile
  • Sperimentare diversi ruoli e diverse forme di identità
Promuovere lo sviluppo dell’Autonomia
  • Acquisire la capacità di interpretare e governare il proprio corpo
  • Partecipare alle attività in diversi contesti
  • Avere fiducia in sé e fidarsi degli altri
  • Realizzare le proprie attività senza scoraggiarsi
  • Provare piacere nel fare da sé
  • Saper chiedere aiuto
  • Esprimere con diversi linguaggi sentimenti ed emozioni
  • Esplorare la realtà
  • Comprendere le regole della vita quotidiana
  • Partecipare alle negoziazioni e alle decisioni motivando le proprie opinioni, le proprie scelte e i propri comportamenti
  • Assumere atteggiamenti sempre più responsabili
Promuovere lo sviluppo della Competenza
  • Riflettere sull’esperienza attraverso: l’esplorazione, l’osservazione e l’esercizio a confronto
  • Descrivere la propria esperienza e tradurla in tracce personali e condivise
  • Rievocare, narrare e rappresentare fatti significativi
  • Sviluppare l’attitudine a fare domande, riflettere e negoziare i significati
Promuovere lo sviluppo della Cittadinanza
  • Sperimentare, interiorizzare ed esprimere atteggiamenti che rispecchino i valori di una scuola di ispirazione cattolica
  • Scoprire gli altri e i loro bisogni
  • Gestire i contrasti attraverso regole condivise
  • Definire regole attraverso le relazioni, il dialogo e l’espressione del proprio pensiero
  • Essere attenti al punto di vista dell’altro
  • Riconoscere i diritti e i doveri
  • Sviluppare un atteggiamento rispettoso verso l’ambiente
I PROGETTI

Ogni anno vengono realizzati progetti per fasce d’età omogenee.

 PROGETTO DI EDUCAZIONE PSICOMOTORIA

La psicomotricità è una pratica che pone alla base del proprio agire educativo il movimento che diviene lo strumento dell’educazione stessa. Il movimento costituisce il filo conduttore dello sviluppo della persona nella sua unità. Infatti il bambino conosce ed apprende attraverso le sensazioni del suo corpo in relazione con l’altro, attraverso il piacere di agire, creare e giocare. La psicomotricità sostiene ed aiuta la crescita globale del bambino in tutte le sue componenti: motoria, ma anche affettiva e cognitiva. È dunque importante che il bambino nell’infanzia faccia esperienze psicomotorie perchè in questo modo potrà prendere conoscenza del proprio corpo, situarsi nello spazio e nel tempo, acquisire una buona coordinazione nei gesti e movimenti. La finalità generale del progetto risiede dunque nel favorire lo sviluppo armonico del bambino, sia motorio che cognitivo ed affettivo, attraverso il movimento e la partecipazione ludica. Il setting fa a sentire a suo agio il bambino, libero di esprimersi e sperimentare le proprie capacità in una situazione di efficacia.

PROGETTO DI MUSICA

Il progetto, condotta da uno specialista di musica e musicoterapia, è rivolto a tutti i bambini della scuola dell’infanzia, suddivisi per età anagrafica. Attraverso esperienze senso motorie musicali i bambini avranno modo di avvicinarsi alla musica, sviluppando sensibilità ritmiche e melodiche a partire dall’utilizzo del corpo, i cinque sensi, l’uso della voce e della parola. Potranno sviluppare la loro capacità uditiva, la riflessione, attenzione, il linguaggio parlato o cantato, la motricità, la memoria, la creatività e la gioia di esprimersi. Il tutto in un contesto accogliente e giocoso, dove verranno utilizzati strumenti ritmici, foulard, palloncini, materiale strutturato e non.

PROGETTO DI INGLESE

Il progetto di inglese di basa sull’apprendimento della lingua straniera attraverso un approccio naturale, induttivo, che passa dall’esperienza concreta, coinvolgente e guidata dall’insegnante. La metodologia utilizzata è quella del TPR (risposta fisica totale), dove la comprensione precede la produzione ed è mediata e facilitata dai gesti delle mani e del corpo. Vengono fornite opportunità comunicative per un uso naturale della lingua inglese attraverso la forma principale di espressione del bambino: il gioco. La programmazione verte su argomenti di interesse del bambino stesso, quali ad esempio i saluti, i numeri, i colori, le emozioni, gli animali, il cibo, la famiglia, i comandi utili alla vita scolastica.

PROGETTO DI INFORMATICA

Il progetto è rivolto ai bambini dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia e si svolge dal mese di febbraio ad aprile per un totale di 12 incontri. È condotta dall’insegnante di informatica della Scuola Primaria San Pietro Martire e utilizza strumenti quali il computer, il mouse, la stampante, la fotocamera digitale. Il progetto ha come finalità generali l’ampliamento dell’offerta formativa, attraverso l’introduzione di strumenti tecnologici multimediali, utilizzati come supporto alla didattica delle varie attività. Il progetto si propone dunque di avvicinare il bambino alla logica degli ambienti ipertestuali, promuovendo un apprendimento significativo, attivo e collaborativo.

Altri Progetti:

PROGETTO CONTINUITÀ

INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA

BIMB-ORTO

LE GRANDI COSTRUZIONI

 

I SERVIZI

Prescuola (tutti i giorni dalle ore 07.30)

Il pre-scuola si configura come momento di accoglienza e di intrattenimento dei bambini prima dell’inizio delle attività. Rappresenta il primo momento d’incontro tra il bambino e la scuola e consente pertanto di stabilire una relazione di fiducia e di dialogo tra le due parti. Essendo il momento del distacco dai genitori viene data particolare attenzione alla creazione e al mantenimento di un clima sereno e giocoso. Le attività proposte nel pre-scuola favoriscono un inserimento nel contesto scuola graduale e piacevole attraverso l’espressione ludica e creativa.

Postscuola (tutti i giorni fino alle ore 17.30)

Il post-scuola  rappresenta un momento di attività libere, gestite da un’educatrice, con l’obiettivo di mettere a disposizione dei bambini spazi e materiali da utilizzare in autonomia. Come durante il resto della giornata particolare attenzione è data alla socializzazione delle attività che restano prevalentemente di carattere ludico.

Lo sportello di counselling scolastico

Da anni la scuola San Pietro si avvale di professionisti psicologi per offrire un servizio centrato sull’attenzione ai bisogni dei bambini, delle loro famiglie e del personale educativo. In particolare la Scuola dell’infanzia e la Sezione Primavera vantano la presenza di una psicologa che svolge osservazioni nel contesto classe, offre consulenza alle famiglie, in merito a questioni  strettamente legate a tematiche educative e scolastiche, e offre supporto al collegio docenti. La Psicologa lavora in rete con gli specialisti che, a vario titolo, hanno in carico  i bambini.

 Prolungamento servizio educativo nel mese di luglio (Scuola estiva)

La scuola offre un servizio alle famiglie di prolungamento del servizio educativo nel mese di luglio. Ogni anno un tema differente caratterizza il periodo di svolgimento della proposta, a partire dal quale si articolano le attività ludiche, espressive, motorie, musicali. In un clima divertente e rilassante i bambini possono sperimentare, giocare, apprendere, stare con gli altri.

GLI INSEGNANTI
Liliana Bizzozero                       Rane
Rosaria Mauri                            Coccinelle
Luisa Radice                              Farfalle
Monica Savian                            Api